Testimonianze

160CM da voce a tutte le persone che vogliono condividere la propria testimonianza.
Raccontaci la tua storia e aiuta le persone con SM

Quando voglio un po’ di adrenalina, quando voglio sentirmi veramente libero inforco la mia bici,non importa quale, e mi perdo fra le nuvole.

C’è tanto da imparare da persone come te Fabio! Sei un guerriero vero un abbraccio

Farti i complimenti per la tua forza e tenacia che è d’esempio a tutti quanti, malati e non, è quasi scontato. Io però vorrei farti i complimenti per come racconti la tua vita, sempre in modo scorrevole e piacevole da leggere.

ciao Wolf, spero che tu stia meglio, volevo ringraziarti per quello che fai e come lo racconti, sei una fonte di energia totale per molte persone. Un abbraccio e supporto incondizionato!

Finalmente qualcuno che lancia un messaggio diverso! Sta anche a Tutti noi aiutarti a capovolgere questa visione sbagliata perché rinunciataria.

Respect!! Felice di averti conosciuto al BAM, sei una forza della natura, hai tutta la mia ammirazione.

Un augurio di cuore a te e a chi come te, Fabio, lotta cade e si rialza e a chi ha la forza di chiedere aiuto. Un caro e sincero augurio di essere uniti sempre in quella profondità che ci rende persone umane.

Le tue parole e il tuo esempio sostengono tutti. Grande uomo!

In circa 20 anni dalla nascita ho subito 13 interventi quasi uno ogni anno… Disabile dalla nascita ma altrettanto vero che dalla nascita vado in bici e tutt’ora vado e continueró a farlo… Siamo dei leoni fieri combattenti ma anche umili buoni e non per questo fessi….

La mente è al nostro servizio ma il cuore ci spinge oltre e la bici ci aiuta a dissipare ad ogni giro di ruota le difficoltà quotidiane e forse anche quelle della vita… Siamo ciclisti 

Hai una bellissima energia nello sguardo e nelle parole…grazie di condividerle.

Sei un grande, grazie per aver condiviso la tua esperienza di grande forza, oggi mi hai dato una grande spinta a riprendermi la mia di vita, ti auguro un mondo di bene.

Io ti sorreggerò sempre, con me cadi sul seduto 🙂 Noi siamo tempesta e regaliamo al prossimo la quiete. Io sono con Fabio Wolf oggi domani e sempr

Non mollare mai, noi dobbiamo essere più forti delle nostre malattie, loro non vinceranno mai. Forza.

Il vero ciclista scopre sempre strade nuove e dove non si passa … ne traccia una, anche nei prati, mentre sogna …

Grande! Sempre in sella, sei un esempio con la tua positività grazie. 

E’ disarmante la tranquillità e serenità con cui parla della sua malattia…

Fabio Wolf è un esempio per tutti.. Lo sport è diventata la sua arma vincente!

Studiare ringiovanisce il corpo e lo spirito; studiare adesso è una delle tante sfide che dimostrano la stoffa del campione ed il cuore generoso che vuole aiutare gli altri mettendosi sempre in “gioco” in prima persona.

Grazie a te Fabio per aver dato un’occasione a tutti noi per dimostrare che nonostante tutto, nonostante il tempo avverso che ci ha dato contro, l’abbiamo affrontato con il sorriso sul volto. Perché è questo che cerchiamo di fare ogni singolo giorno, affrontare la nostra malattia cercando di essere più forte di lei. E anche quando tenterà di farci cadere, noi continueremo a rimontare in sella!

Grazie Fabio, a coloro che fanno parte di 160cm e ai soggetti partner. È affascinante, emozionante vedere il percorso di crescita comunitaria che si sta sempre più creando. Un nuovo punto di partenza che è e sarà l’apripista di tanti altri eventi.

Le grandi emozioni che cerco in luoghi e paesaggi unici non valgono una pedalata sotto la pioggia e lungo le rive del Po. Le persone, non “malati” o “invalidi” con SM, sono un meraviglioso esempio di come reagire e vivere.

Il mezzo di contrasto per la diagnostica si mette in vena;
il mezzo di contrasto per la terapia SM si mette in Bici.

Fabio, io non sono mai stata un’atleta, ma il mio percorso di vita ha seguito la tua stessa filosofia!

Ciao Fabio ho letto con interesse sei veramente un grande anch’io nel mio piccolo un anno fa mi hanno fatto 3 bypass alle coronarie ho affrontato il tutto tranquillo e senza ansia perché non ci sono alternative. Ripeto sempre volere è potere. Buona serata.

Condivido praticamente tutte le tue considerazioni…una in particolare mi sente super d’accordo ed è questa: è una malattia emozionale e ci insegna a rispettarci…e a perdonarci!

Fabio grazie di aver condiviso il tuo percorso, ora ho chiaro che il tuo impegno è la tua determinazione sono stati fondamentali! E la tua definizione di malattia emozionale è perfetta…Ti abbraccio forte.

Ciao Fabio, complimenti!
Anch’io come te quando parlo della mia condizione mi emoziono sempre, molte persone mi chiedono, come mi sento…nel mio piccolo cerco di dare un messaggio di speranza e aiutare i genitori dei piccoli nani.

Non devi scusarti, sei un uomo e come tale esprimi le tue emozioni, i tuoi sentimenti, avrei voluto conoscerti prima…tu sei certamente una persona di grande qualità, grazie comunque, ti seguo con piacere. Un forte abbraccio.

La tua storia trasuda umanità, lascia che l’emozione ti prenda in questi momenti in cui ti racconti.. riesci ad infondere ancora maggiore speranza in tutti, per come affronti la malattia.

Non devi scusarti. È difficile venire fuori nel mondo e parlare di sé. Sei molto coraggioso, un esempio.

Vai cosi che va bene…Grande come te ne conosco veramente pochi anzi pochissimi anzi uno, Tu.

Ciao Fabio complimenti
mai abbattersi sei di aiuto a chi ha paura di seguire il suo pensiero.

SM non può niente, contro di te!
Che sarà mai un pochino di mal di schiena, per te, per quanto doloroso e fastidioso?
L’hai detto, avere la bici con te già ti fa stare meglio..

Altro che sentirsi offesi: ti ammiro e so bene di cosa parli, anche se sono una “soft new entry” nella faccenda. Ti seguo nelle avventure e mi dai un sacco di positività nell’affrontare le insicurezze che Fuck SM ti regala a larghe mani!

Ciao Fabio sei un grandissimo mito in questo momento sto guardando le paralimpiadi mi rendo conto che nulla è impossibile.

Noi ne abbiamo una per ognuno e le ragazze sono state felici di indossare le tue magliette sclerosifuck.

Mi fai tenerezza e allo stesso tempo ti invidio per la caparbietà. Perde sempre chi per primo si rassegna a perdere. Questo è il mio motto è credo anche il tuo. Ad maiora.

Grazie….ti ho seguito con immenso piacere e ammirazione. Un esempio per non mollare mai….ti penso spesso…del resto sono anche io 160. Alla prossima.

Un viaggio bellissimo Fabio Wolf sei una roccia e un esempio per tutti…No limits!

Buongiorno non ti conosco personalmente però ti ho seguito in questo viaggio fantastico che hai fatto con la mitica bici e con i tuoi racconti fatti di fatica ma anche di bellezza paesaggistica grazie per aver contribuito a farci sognare con te.

Con semplicità e quasi timidezza dai una grande lezione di vita…chapeau.

Grande Fabio, nel tuo scritto si legge la tua forza, ho seguito il tuo tour, darsi un obiettivo e fare il possibile per raggiungerlo senza perdersi d’animo davanti alle difficoltà è sintomo di Grande Uomo. Complimenti ancora.

Je ne comprends pas tout mais bien le plus important.
Quand on veut, on peu .
Tu fais un merveilleux combat contre la maladie.
J’ai beaucoup d’admiration pour toi.

Bravo, è stato un piacere seguirti, è provando che si trovano delle soluzioni per migliorare, se ti senti di fare queste avventure falle troverai sempre chi critica ma anche chi tifa.

Ho iniziato a seguirti da poco ma trovo interessante ogni tuo post. Ti auguro buona vita e tanti viaggi un po’ più snelli ma sempre entusiasmanti.

Complimenti PATRIZIO! La determinazione, dopo la progettazione, consente di raggiungere bei traguardi! Tanto di cappello!

Il bivio quando arriva ci scuote e ci ricorda la bellezza e la potenza della natura.

Sto partendo per l’Islanda dove farò il mio quarto viaggio. Tre anni fa ho attraversato gli Stati Uniti, lo scorso anno sono arrivato a Capo Nord, a luglio ho fatto andata-ritorno Milano Santa Maria di Leuca e adesso questa avventura. Ho 68 anni e a volte cominciano a pesare. In questi giorni ho qualche piccolo acciacco che mi perseguita e mi riempie la testa di dubbi e di paure: “Sono sicuro di farcela? Quello è un ambiente che può rivelarsi molto ostile…”. Stamattina, nel dormiveglia, ti ho pensato. Le immagini che hai postato, le tue parole e la tua forza mi hanno aiutato a reagire. Porterò con me un po’ della tua grande energia. Tu ne hai talmente tanta che se anche te ne rubo qualche briciola nemmeno te ne accorgerai.

Toujours aussi courageux.
Bravo pour ta motivation.

Bello, ascolta le corde, ma ascolta anche il vento, il canto degli uccelli, gli amici nuovi che incontri, viaggiamo assieme, e vaiii!!!

Fantastico bravo , queste sono LEZIONI DI VITA (ti capisco). Sei un esempio da seguire.

Ciao Fabio leggendo e ammirando le foto ho capito che la forza e la volontà sono essenziali e tu sei veramente un esempio di come bisogna amare la vita e godere di quello che si ha ti raccomando tienici informati buon viaggio.

Grazie che hai condiviso con noi il viaggio!!!! Belle foto persona forte Tu!!!!! Io non vedo l’ora di finire chemio, stare bene e fare un bel pezzo di qualunque cammino.

Come invidio la tua forza di volontà. Io vorrei fare giri così, ma trovo sempre un muro di paure. Sei un grande.

Sei tutti noi! Grande caro amico ciclista spero un giorno di incontrarti per stringerti la mano. Nel frattempo ti invio un abbraccio augurandoti un buon viaggio con stupende pedalate.

Grande serve questo spirito più che le gambe, usala la sedia fermati goditi ogni sfumatura e profumo che questa splendida avventura ti sta regalando…io facevo così, pedalavo per ore, poi vedevo un paesaggio, gli animali al pascolo, un fiume, lago, e mi fermavo e ricaricavo l’anima e lo spirito…complimenti…non si vive solo di mete e obiettivi, quello e un altro sport, noi cicloviaggiatori viviamo di sogni, emozioni che un oggetto così semplice ci fa vivere.

Che il vento ti coccoli e ti spinga oltre i limiti aiutandoti a raggiungere i tuoi sogni e a viverne la bellezza…vaya con Dios amigo.

Ricordo bene i primi mesi alla Dojo Miura, eri sempre sul sacco che ringhiavi come un lupo, gli allenamenti con te in sottofondo che davi l’anima erano uno spettacolo. Eri già motivante ai tempi per tutti noi pivellini che iniziavamo lo sport da combattimento.

Fabio Wolf hai reso possibile un sogno, un progetto concreto. Che migliorerà la qualità della vita a tante donne e uomini. Ora, tutti noi sappiamo che possiamo pedalare con te ed esportare 160cm sui territori. Potrai raccontare la tua storia e trasformare la tua forza in speranza. C’è bisogno di questo. E il gruppo cresce, si rafforza.

Guardare dentro di sé è difficile, è necessario accettare anche le parti di noi irrisolte e avere il coraggio di dire che i limiti sono dentro di noi, non fuori. Fuori è solo uno specchio di ciò che siamo dentro. Guardarsi con i limiti o le etichette che ci impongono gli altri è più facile, richiede meno sforzo e si può sempre affidare agli altri la responsabilità di ciò che ci succede. Per questo non solo ci facciamo definire dagli altri, ma siamo noi i primi a etichettare il mondo e le persone, perché se non siamo capaci di guardare dentro di noi, non siamo in grado di comprendere neanche la vera natura degli altri. Siamo tutti esseri umani, con la nostra bellezza e i nostri limiti. Ognuno deve fare i conti prima di tutto con se stesso. Io sono disabile ogni volta che penso di non avere l’abilità di superare i miei limiti. E come dici sempre tu “disabile è chi disabile fa.

Caro Fabio! Concordo nel dire che i limiti li creiamo noi stessi, nella nostra testa. Non guardando oltre. Ma la volontà con l’allenamento e credere in se stessi fanno la differenza. Quelli che guardano gli altri e criticano o danno giudizi dovrebbero solo pensare che stanno solo perdendo e togliendo tempo alla propria vita. Un abbraccio Fabio.

Grandissimo, davvero tanti complimenti, c’è un solo modo per combattere e reagire ed è questo. Il tuo messaggio è forte, magari per qualcuno spiazzante e duro, ma è questo l’unico modo per combattere, reagire e andare avanti! Grazie per aver condiviso la tua esperienza. Mai guardare indietro, nemmeno per prendere la rincorsa!

Pelle d’oca, leggerti mi regala una sferzata di energia, mai arrendersi siamo noi che decidiamo quale forma dare alle cose che ci succedono.

Non è mentale…purtroppo, cosa penso di me.. che porto con grande dignità la mia malattia. In primis non siamo noi che scegliamo ma lei che sceglie noi. Dal diario di un neurologo con la SM.

E’ nei momenti di crisi che si cresce, quando tutto fila liscio e sei (SEMBRI) un gran figone è facile!! E’ quando devi metterti un dito nel culo e stringere i denti per ottenere qualcosa che SEMBRA impossibile che DIVENTI davvero un gran figone.

Ti ho letto fino in fondo…Ti ammiro e ti stimo. Non mollare! Sei l’esempio per tutti quelli che soffrono e credono di non farcela più!

Elogio a Te, emozioni a me. Tutti i luoghi citati li ho percorsi correndo col ccs. Avis Torino…ora pedalo e nuoto dal 2010, a causa di una brutta caduta non corro più. Buonissime pedalate a Te…

Ti ruberei più di una frase (e conta che mi piace scrivere). Hai descritto benissimo i momenti di felicità perfetta che si provano quando la propria passione coinvolge mente e corpo.

Ho una patologia simile…e quando vado in ospedale x le mie terapie e racconto a dottori e infermieri che anche io giro il mondo in bici quasi non ci credono.

Nulla da eccepire, solo da ammirare.

Forza Fabio. I momenti di stop ci sono ma ci servono a creare nuovi traguardi. Come sempre sei riuscito a fare. Ti auguro guarigione e tanti tanti nuovi sogni da realizzare.

Ti capisco! In circa 20 anni dalla nascita ho subito 13 interventi, quasi uno ogni anno…Disabile dalla nascita ma altrettanto vero che dalla nascita vado in bici e tutt’ora vado e continuerò a farlo…Siamo dei leoni fieri combattenti ma anche umili buoni e non per questo fessi….La mente è al nostro servizio ma il cuore ci spinge oltre e la bici ci aiuta a dissipare ad ogni giro di ruota le difficoltà quotidiane e forse anche quelle della vita…Siamo ciclisti.

Passione parola che muove tanta parte di ognuno di noi, seconda parola direi determinazione, poi allenamento, energia, amore per la vita queste sono le mie.

Credo sia fondamentale cercare di non fermarci nemmeno quando il corpo non collabora e l’equilibrio tarda ad arrivare. Il mio nuovo motto è: magari meno, ma fallo.

Hai colto nel segno. Abbiamo un tempo diverso, diverso da come lo percepiscono gli altri. Tocca sfruttarlo, spremerlo come farebbe un estrattore a freddo.

Grazie a te Fabio per offrire occasioni di attivismo, incontro e pedalate. Tifiamo tutti Wolf!

Hai portato avanti con tenacia un progetto nobile ed ambizioso. Grazie anche da parte mia per il tuo impegno e l’altruismo.

Avevi questo progetto e l’hai realizzato mettendoci tutto te stesso mi hai colpito da subito per la facilità con cui spiegavi una cosa complessa.

Bravo Fabio, la tua tenacia e determinazione sono finalmente e giustamente premiate. Hai fatto un lavoro straordinario ed io te ne sono grata in prima persona per i miei amatissimi fratelli. Sei un uomo speciale davvero! Goditi il successo meritato e spero per te sempre più apprezzato e conosciuto grazie alla tua associazione 160cm sempre più attiva e organizzata.

Non ci sono parole…basta l’insegnamento che ci dai quotidianamente…la tenacia e la determinazione di guardare oltre l’ostacolo e trovare il modo di saltarlo! Mollare mai! Grazie Wolf.

Massima ammirazione per quel guardare avanti a testa alta sempre. Perché gli artefici di una grande porzione del nostro benessere siamo proprio noi. A tutta, Fabio.

Ciao Fabio, grazie, 160 volte grazie. Un vero privilegio averti incontrato e conosciuto. La tua forza è immensa e contagiosa. Continua così! A presto.

Grande Fabio! Il tuo racconto è stato emozionante quanto pedalare insieme a te fino ai piedi del rifugio.

Grande wolf! Gambe e spirito ringraziano. Totalmente rigenerato dopo la nostra pedalata.

Bici per vivere per sognare per viaggiare.

Per un motivo diverso, ma ti capisco bene e non è sempre facile rinunciare e assecondare il proprio corpo. Però è importante saperlo ascoltare e ho notato che assecondandolo quando serve, poi mi da di più.

Grazie per quello che dimostri ogni giorno a chi magari ha appena avuto la diagnosi e pensa che il suo destino inevitabile sia quello.

Grande Wolf, oggi come allora coraggioso più che mai.

Sei sempre un grande esempio di tenacia e gran coraggio per tutti…avanti tutta sempre.

Complimenti perché sei un esempio per tutte le persone con sclerosi multipla, soprattutto per i neo diagnosticati, perché sei la dimostrazione che si può affrontare con coraggio e in molti casi si può avere una “vita piena”. Grazie!