il 23 Giugno partecipo ad un evento di pugilato a Rivoli, all’aperto in piazza, organizzato dall’ All Boxing Team del Maestro Dino Orso, dove faccio uno speak per raccontare dell’iniziativa e della raccolta fondi su http://goofundeme.com/160cm e dell’imminente viaggio che farò partendo da Trieste lungo la costa Adriatica.

In questa occasione ho modo di parlare con MAO alias Mauro Gurlino, artista noto per la sua attività di cantautore e conduttore radio-televisivo, attivo fin dagli anni 80′ https://it.wikipedia.org/wiki/Mao_(cantante).

Ebbi modo di conoscerlo verso fine anni 90′ in quel mondo che mi ha accompagnato, formato e traghettato verso il nuovo millennio, fino al 2009, anno in cui andai a Londra.

In quegli anni, nella scena underground Torinese, i Murazzi, lungo il fiume pò, la facevano da padrone, dettando orari della vita notturna, locali in cui si mischiavano ambienti diversi fra loro con personaggi di ogni tipo, ricordo, gli albori dei Subsonica, Madasky e in quel contesto ricordo anche MAO.

Il 23 Giugno MAO era presente insieme a Vito Miccolis https://it.wikipedia.org/wiki/Vito_Miccolis, all’ evento di pugilato organizzato a Rivoli e in quel frangente mi propone di partecipare al suo salotto, appunto il famoso Salotto di MAO, per raccontare il progetto.

Detto, fatto, il 9 Luglio mi trovo al LAB, dove MAO sta attualmente facendo il Salotto. Sarà una casualità che sia proprio il LAB, locale dove circa 12 anni fa lavorai, sito in una delle piazze Torinesi più belle, Piazza Vittorio.

l’intervista: https://www.facebook.com/938205879656145/posts/1744735059003219?sfns=mo

Cosi’ grazie agli ambienti da me frequentati, la palestra di pugilato della All Boxing Team, la vita notturna e il lavoro nei locali Torinesi ho la possibilità di raccontare il progetto.

MAO mi accoglie e mi mette subito a mio agio, pur non essendo abituato a fare speak, mi ritrovo in un ambiente a me famigliare e per l’occasione ci sono anche diversi amici, alcuni del pugilato che sono anche quelli che mi stanno aiutando nel progetto vero e proprio, come Roberto Cocco con cui mi sono allenato per più di un decennio https://en.wikipedia.org/wiki/Roberto_Cocco, Davide Pallavicini, fondatore della I am a bean https://www.iamabean.com/agenzia/, Silvano Galimi, informatico che supporta il BLOG, uno dei fondatori di https://www.fortechance.it/.

Proiettato davanti ai riflettori, cerco di raccontare in maniera più naturale possibile questa mia esperienza con la SM, l’iniziativa e introdurre il mio viaggio, il mattino dopo ho il treno che mi porterà a Trieste.

Il 4 Agosto sono a Torino, il viaggio l’ho fatto, ho pedalato da Trieste, attraversando la Slovenia, la Croazia, la Bosnia ed Erzegovina ( la punta che si inserisce per una decina di km in Croazia ), il Montenegro, l’Albania , arrivando in Grecia fino a Patrasso da dove mi sono imbarcato per il ritorno in Italia, fino al porto di Venezia da dove ho pedalato fino a Vicenza. Arrivato a Vicenza ho preso un treno diretto a Milano centrale, per poi recarmi a Monza, passare la serata li con mia cugina ed amici, ripartire il giorno dopo prendendo un treno da Milano centrale fino a Vercelli per poi concludere con ultima tappa pedalata fino a Torino, passando da Piazza Vittorio Veneto dove è sito il LAB. Così dopo 2107 Km ed essermi arricchito con un nuovo bagaglio umano e di esperienze, ho chiuso il cerchio del viaggio, almeno idealmente.

Come da promessa, MAO mi contatta e mi invita per raccontare il post viaggio e ricordare l’iniziativa che nel frattempo ha preso piede raccogliendo in poco meno di due mesi 1/5 dell’importo necessario per l’acquisto del macchinario delle Onde d’urto Radiali da devolvere all’ospedale Molinette di Torino, utile nell’ attenuare il disturbo della spasticità.

Anche questa volta, MAO riesce a mettermi a mio agio e a condurre l’intervento in maniera simpatica e a rendere un tema serio non pesante , contestualizzandolo nel Salotto che da anni accompagna e guida la scena musicale Torinese e non.

Intervista del 09/09/19: https://www.facebook.com/938205879656145/posts/1800490046761053?sfns=mo

A questo appuntamento hanno partecipato amici, anche colleghi di lavoro, che si sono trovati riuniti al medesimo tavolo del dehore del LAB a degustare una birra e chiaccherare fra loro, forse persone che mai si sarebbero incontrate ma che grazie a questa occasione, data dal Salotto, hanno condiviso, mi hanno supportato, sono state presenti. Grazie !

Io personalmente posso solo RINGRAZIARE la sensibilità e la disponibilità di MAO nel darmi voce grazie al suo Salotto. Come detto durante lo speak, mi ritengo un uomo fortunato nell’ avere la solidarietà di Amici, di persone che stanno donando e che non conosco personalmente, grazie a loro, questa battaglia è meno ardua.