16-07-2019 From Pago island to Pakostane, km 85

Questa mattina mi sveglio tardi, volutamente, ieri non ero per nulla in forma, mal di schiena acuto e astenia, tanto che dopo 34 km ero nuovamente in un campeggio a riposare.

Ma la notte porta…non so cosa esattamente possa portare, a me ha portato ristoro e al risveglio non ho piú avvertito quella sensazione di spossatezza del giorno prima.

Ho fatto degli esercizi di stretching e alcuni di respirazioni suggeriti da Davide, l’osteopata che frequenta la palestra New team Fontana dove mi reco ad allenarmi.

Non sono perfetto, ho ancora dolore, piú sopportabile quando mi scaldo e con alcuni accorgimenti riesco ad alzarmi e sedermi senza quelle fitte che mi immobilizzavano ( vedremo domani al risveglio )

Faccio tutto con calma, chiudo la tenda, doccia e infine colazione. Lascio il campeggio alle 12:50. Dopo appena qualche km, vedo una panetteria, mi fermo e prendo una pizza e pranzo comodo. Ora che mi sento sazio e riposato posso ripartire.

I primi 6/7 km a Povijana sono contro vento e sembra di attraversare un deserto, paesaggio suggestivo. Poi la strada seguirà la costa per poi tagliare l’isola e rimettersi sull’altra costa.

In una giornata, in una manciata di 80 km il paesaggio è cambiato piú volte, dal nulla alla statale affollata di auto al lungo mare, davvero divertente da percorrere.

La giornata è calda, il cielo limpido e il sole si fà sentire, arrivato a Razanac, durante una salita, vedo una bancarella che vende frutta, c’è una signora, le chiedo dell’acqua, lei non parla inglese, allora faccio il gesto e mi fa capire di avvicinarmi. Da una borsa frigo tira fuori una bottiglia di acqua fresca e rimbocca la mia. Acqua fresca, do qualche sorso, ringrazio e riparto.

Sulla strada vicino a Zara, mi fermo ad un distributore, oramai qui è piena civiltà e c’è traffico, prendo un caffè ed una birra, la sete è sete ed una birra ci sta sempre.

Manca poco al campeggio visto su maps.me, arrivato mi dicono che sono solo bungalow, controllo sulla mappa e ne vedo altri due, il primo non lo trovo, il secondo è adibito alla sosta dei camper ma il proprietario mi fà comunque mettere la tenda ed usare i servizi. Sono arrivato a Pakostane, dopo 85 km e considerando come ero messo ieri mi ritengo soddisfatto. La schiena so già che continuerà a darmi noia, cosí penseró meno alle gambe.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *