Mi sveglio con calma, “cazzeggio” un poco, faccio colazione al bar, faccio due chiacchere con Jose il ragazzo che mi ha accolto alla reception, chiedo indicazioni per la strada da fare in bici, ma da quello che mi dice esiste solo la A-7 che é l’autovia che non é autostrada altrimenti sare AP-… autopista ma in entrambe le auto sfrecciano ai 100 k/h ed oltre.

Ok mi avvio alle 12.30 ( presto mai….)

e percorro questa A-7 fino a Marbella.

Come ci sono la visito un pó, giusto un giro, il centro storico e poi percorro la strada litorale, proprio affianco alla spiaggia, mista per pedoni e bici…molto bella per il paesaggio ma molto lenta da percorrere. Cosí arrivato a Nueva Andalucia, chiedo ancora e mi viene confermato che non ci sono percorsi alternativi, se a “Gibraltar voglio andare dalla A-7 debbo passare”.

Mi metto in pace e inizio a pedalare.

Fino ad Estepona, dove mi sono fermato a bere una birretta per reintegrare, la carretera é abbastanza pianeggiante, fino al km 66 del mio contachilometri, dopo…..up and down…

cosí fino agli ultimi 3,5 km.

Gli ultimi 8 ho stretto i denti ma dopo 89 km sono arrivato al Gibraltar.

Dopo 1440km in 15 gg..di UP and DOWN, anche off-road sono arrivato al punto che mi ero prefissato.

Ora resta da comprendere come torneró a casa, quindi dovró fare un salto alla marina di Algeciras per comprendere da dove salpi una Nave che arrivi a Genova e poi vedró che fare.

In tanto mi godo questa prima parte del viaggio, da domani si vedrá

         ,