in spiaggia

08/10 from Carboneras to Almeria Km 79

Mi sveglio verso le 8:30, colazione 250 g di biscotti farciti al cioccolato, frutta, caffé americano..pronto e via, oggi só che sarà una lunga giornata, devo attraversare il Parco naturale del Cabo di Gada:

Con 460 km² di superficie terrestre e 120 km² di mare, è la più grande riserva terrestre-marittima nella parte occidentale del mar Mediterraneo. La zona è di origine vulcanica e circonda il Cabo de Gata. Ha clima semi-arido, ed è il luogo più arido in Europa

Prima di Agua Amarga mi rifornisco di acqua in tutto tre litri.

Pedalo sull’ unica strada presente, in torno il nulla, una bella sensazione di libertá.

Arrivato a Nijar, trovo un bar sulla strada, subito mi fermo a pranzare e bere una birra.

Tutto cambia ad Almeria, pedalare lungo la costa è piacevole, piatto, con pista ciclabile e andatura buona.

Uno spettacolo. Il panorama cambia repentinamente e radicalmente nell’arco della giornata, dal deserto arido con up and down ad un panorama tipico costiero con il mare e strade pianeggianti anche e per fortuna non eccessivamente affollate…anzi.

Subito dopo il centro di Almeria si trova il campeggio nella cala della Garrofa, dal quale prende il none.

È situato fra la statale e la caletta, come un’Oasi…cosí dopo 80 km ed ad un’ora decente : 17:45..eccomi al campeggio.

C’è un’atmosfera particolare in questo campeggio, mi accoglie Anael, simpatico con cui faccio check in e due chiacchere.

All’interno c’è un francese anche lui in bici un uomo con la sua moto ed un ragazzo sorridente che mi saluta, questi sono nelle piazzole con la tenda, poi ci sono i camper ecc.

Dopo aver montato la tenda faccio la conoscenza di questi ragazzi.

Marcel Olandese ed André Tedesco.

Sono simpatici e chiaccheriamo un pó ogni uno racconta la propria esperienza.

Vado a cenare al bar del campeggio, ho speso molte energie e la pasta che mi è rimasta non è sufficiente, e il consueto ghiaccio sul ginocchio ha il suo momento .

Dopo cena ancora due chiacchere con i ragazzi e uno sguardo al percorso di domani.

Oggi bella sensazione di libertà e panorami molto diversi fra loro, in tenda cullato dalle onde del mare della caletta e dal vociferare dei grilli attendo di addormentarmi, vedró domani cosa mi attende.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *