05/10 from Santa Pola to Cartagena Km 103

Risveglio lento, lentissimo, la prima cosa é stata la colazione, poi sono rimasto seduto a guardare osservare i turisti inglesi, francesi, svedesi, come il proprietario del camper sopra la mia piazzola la 184, mi ha prestato una sedia su mia richiesta.

Non ho trovato turisti Italiani, solo a València.

Sono attivi dal mattino presto, già alle 7.30 li senti attivi. Hanno questi camper o furgoni camperizzati degni di un appartamento con tutte le comodità. Eppure nonostante siano con il loro sedere su un centomilaeuro …sono in campeggio, con i pro e i contro che offre, potrebbero stare il hotel invece sono lí.

Sono anche interessati a me che arrivo in bici e monto una tenda, mi chiedono ecc ecc.

Dopo la colazione ed un pò di public relation inizio a smontare tenda e a rifare baracca e burattini per partire.

Oggi parto alle 13.06 😜

Potrei intitolarla ” lazy day ” ma trovare la motivazione a svegliarsi presto e fare tutto il prima possibile….non é sempre facile.

Seguo l’itinerario di ” maps.me ” che tra l’altro consiglio, lavora anche offline ( anche se ora non c’é più il roming ) e sono riportate diverse categorie tra le quali campeggi, hostelli, hotel, pensioni, soste camper ecc ecc, basta scaricare le mappe e il gioco é fatto, in più ogni utente lo può arricchire segnalando campeggi o attività.

A me personalmente..come dire con un francesismo ” salva il culo ” 😉.

Seguendo il percorso faccio parecchi tratti sterrati e tutto il resto quasi su ciclabili.

In uno di questi tratti, coltivato con melograni, incontro un signore, un coltivatore , Sebastian, facendo due chiacchere mi regala due melograni e mi augura buon viaggio.

C’é una rete molto estesa di piste ciclabili che costeggia la str nazionale, a volte nel senso opposto di marcia, ben asfaltate e larghe. Davvero piacevole e in sicurezza !

Essendo partito alle 13.00…ed avendo una media ridicola, vuoi il peso della bici, vuoi il continuo up and down della carretera vuoi la gamba che non spinge come vorrei…..riesco ad arrivare a Cartagena con il calar del sole. Il camping che avevo visto su maps.me credo sia stato frutto di un miraggio, cosí mi fermo cerco un qualcosa dove passare la notte e trovo sempre su quest’applicazione una pensione/hostello….che sia la volta buona. Dista solo 10 km dalla rotonda incui mi trovo. Rispolvero qualche santo del calendario di Ottobre e parto ottimista pregustando in ordine: doccia calda, cibo e ghiaccio sul ginocchio sx.

Arrivo, c’é esiste ed é attiva. Due signori anziani mi accolgono, parlano solo spagnolo e in qualche modo faccio intendere loro che la bici deve venire con Me.

Poso i bagagli, pago mi registrano, prendo la bici e vado a mangiare in un locale che avevo visto sulla strada, mi fanno mettere la bici dentro, mi faccio dare del ghiaccio per il ginocchio…..ora manca solo la doccia e una dormita. Domani..bhó si vedrà

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *