oggi 18 Ottobre. Mi sveglio nell’ hotel Graniti Sardi a Villasimius e vado a fare la colazione a buffet, Marco, il proprietario, mi suggerisce di provare la torta fatta dalla madre, molto buona. Mi preparo, chiudo le borse e prendo la bici…copertone anteriore bucato…

Ricordo di aver visto un negozio di ciclismo poco prima dell’hotel, chiedo conferma a Marco e vado a comperare la camera d’aria e chiedere una pompa per gonfiarle a 100 PSI.

Mi accoglie Roberto di Bike Green, mi racconta che è 30 anni che lavora nel settore, da quando ha 17 anni ed ora ne ha 47. Ha aperto tre punti vendita e quello di Villasimius è il piú recente, da maggio. Prendo due camere d’aria e mi sostituisco quella anteriore, dó la giusta pressione e torno in hotel per prendere le borse e ripartire.

Finalmente, dopo aver fatto un pó di spesa alle 12.20 parto. La direzione è Tortolí. La giornata è uggiosa, pioviggina, decido di mettermi sulla sp 125 testa bassa e pedalare per recuperare il tempo perso, cercando di non ascoltare “troppo” il dolore al polpaccio sx. Nei pressi di Tertenia noto un cartellone con il nome di un camping vicino a Tortolí, chiamo per sicurezza e mi viene detto che é chiuso ma mi viene fornito il n di tel del campeggio Telis a Tortolí. Contatto il campeggio e il proprietario mi conferma che è aperto e mi aspetta. Il campeggio si trova vicino ad Arbatax, proprio sul mare, dalla tenda sento le onde.

Cosí alle 20.30, dopo 6.30 e 110 km arrivo al campeggio e monto la tenda.

Vedo sul cell un numero della sardegna che mi ha contattato, richiamo ed é Marco il proprietario dell’hotel di Villasimius che  mi ha cercato per salutarmi e farmi i complimenti per il blog…..che bel pensiero.